UN GIORNO AD URBINO, COSA VEDERE

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

In vacanza nelle Marche da non perdere la visita di Urbino, ecco tutte le cose più importanti da visitare in una giornata.

Urbino, insieme a Pesaro, è capoluogo di provincia e una delle cittadine più importanti e più belle del Rinascimento italiano tanto che dal 1998 è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il territorio si estende su un collina a sud del Montefeltro di cui Pesaro era l’antica capitale.

In auto Urbino si raggiunge da nord percorrendo l’autostrada A14 Bologna-Taranto, con uscita al casello Pesaro-Urbino; procedendo verso la SS 423 Urbinate per una distanza di 28 Km, dopo una quarantina di minuti si arriva in città. Da sud, percorrendo la stessa autostrada l’uscita è quella di Fano, per poi proseguire sulla SS 3 Flaminia verso Roma. Passato lo svincolo per Fossombrone ovest, si volta a sinistra prendendo la SS 423 per Urbino. L’aeroporto di Ancona è a soli 45 minuti da Pesaro, per raggiugere Urbino ci sono poi diverse linee di autobus. Così come in treno bisognerà prima raggiungere Pesaro o Fano per poi servirsi degli autobus, mentre in nave, il porto più vicino è quello di Ancona, anche Fano e Pesaro hanno dei piccoli porti turistici.

Urbino, vista del Palazzo Ducale

Urbino ha origini antichissime ma il suo nome e il suo prestigio si legano indissolubilmente alla dinastia dei Montefeltro che regnarono sul territorio fin dal XII sec. È nella seconda metà del quattrocento, sotto l’egida guida di Federico II da Montefeltro che Urbino raggiunge l’apice del suo splendore artistico. Fu infatti per sua volontà che l’antica dimora medievale venisse abbellita diventando lo splendido e monumentale Palazzo Ducale che oggi domina incontrastato sul territorio. Un’autentica reggia dell’arte rinascimentale, con i suoi torricini e con il cortile d’onore, oggi sede della Galleria Nazionale delle Marche che ospita capolavori quali la “Flagellazione” e la “Madonna di Senigallia” di Piero della Francesca e la “Muta” di Raffaello Sanzio.

Ma Urbino non è solo questo, moltissimi sono i luoghi d’interesse, lungo le sue strade e viuzze, si scoprono tutte le testimonianze della lunga storia artistica e culturale che l’ha attraversata nel corso dei secoli, dalla mole neopalladiana della Cattedrale, ricostruita dopo il terremoto del 1784 da Valadier, allo splendido portale in travertino della Chiesa di S.Domenico, dal campanile gotico cuspidato della Chiesa medievale di San Francesco, alla casa natale di Raffaello Sanzio ora sede dell’omonima Accademia. E ancora la Fortezza Albornoz, le quattrocentesche Chiesa di San Bernardino, sede del Mausoleo dei Duchi, e la Rampa elicoidale di Francesco di Giorgio Martini, sovrastata dalla mole ottocentesca del Teatro Raffaello Sanzio. Moltissimi gli edifici di ordine religioso, quali chiese, monasteri, importantissimo quello di Santa Chiara, gli oratori, degni di nota sono quello di San Giuseppe e di San Giovanni, conventi o ex conventi, come quello di San Girolamo.

Visita la nostra pagina di Urbino e prenota la tua vacanza nelle Marche!