Le Antiche Grotte di Osimo

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Le Antiche Grotte di Osimo

Uno degli itinerari più affascinanti e particolari che consigliamo al turista nella Riviera del Conero, magari durante una gornata in cui si ha voglia più di storia e cultura, che di mare e spiagge, è la visita alle grotte di Osimo.

Osimo, antico e prestigioso centro romano, sorge proprio alle spalle della Riviera del Conero, a dieci minuti di macchina da Sirolo, Numana, Marcelli, Portonovo.

Questo centro interno della Riviera del Conero cela nel suo sottosuolo grotte e cunicoli. Ci sono luoghi entrando nei quali è possibile percepire immediatamente un’atmosfera particolare, speciale, molto diversa dalle sensazioni che si vivono nella quotidianità: le grotte e i sotterranei della città di Osimo fanno sicuramente parte di essi.

Uno spazio, solo di recente valorizzato, in cui la forza dell’uomo si fa sentire in tutta la sua grandezza con un’energia che incanta e seduce, affascina ed emoziona. Ovunque movimenti di luci ed ombre rimandano ad uno spazio infinito.

Una città sotterranea da scoprire lentamente, scrigno prezioso custode di bassorilievi a carattere religioso ed anche esoterico. Siti sacri dove per millenni si sono celebrati riti e hanno trovato ambientazione storie fantastiche.

Un dedalo interminabile di cunicoli scavati a mano, con fatica, nell’arenaria, ci conducono in un viaggio misterioso, alla scoperta di emozioni forti, vibranti ed indimenticabili.

Tutto ad un tratto una brezza di mistero ed avventura ci trascina in uno stato di sospensione, come se il tempo si fosse fermato, si avverte una strana energia che attrae ed inquieta al tempo stesso.

Viene a questo punto spontaneo chiedersi perché siano state realizzate queste grotte, che cosa abbia spinto le antiche popolazioni a scavare una vera e propria città ipogea.

In realtà, non solo Osimo, ma anche altri centri della penisola con una determinata conformazione geologica e una millenaria storia alle spalle, presentano cavità artificiali nel sottosuolo. Diverse erano le funzioni che queste grotte potevano avere e che ne hanno determinato l’aspetto nei secoli.

Da cunicoli idraulici a servizio di cisterne e fonti, a nascondigli e vie di fuga indispensabili alla difesa in situazioni di pericolo; da luoghi di culto, di cui sono testimonianza le caratteristiche sale circolari e i bassorilievi a tema religioso, a vere e proprie abitazioni sotterranee.

Sono rarissimi i riferimenti a queste grotte in documenti e fonti scritte. Questo silenzio si deve necessariamente collegare a ragioni di segretezza, derivanti dalla necessità di salvaguardare luoghi indispensabili alla difesa e alla sopravvivenza di un’intera comunità.

L’alone di mistero che le pervade, fa presupporre che queste cavità, in determinati periodi, siano state teatro di riti magici ed esoterici.

Vi si trovano infatti alcuni simboli riconducibili all’ordine templare, di cui Osimo fu un importante insediamento, ed altri che ne confermano l’utilizzo anche da parte di altri gruppi eretici. Di certo le cavità suscitano fantasie e incidono nell’immaginario di chi le visita sensazioni forti ed emozioni irripetibili.

Sono visitabili le grotte che si trovano ridosso le mura antiche, e sono accessibili proprio passando per l’ Ufficio Informazioni per il Turismo dove è possibile per l’occasione reclutare un’esperta guida.

 

Le Grotte di Osimo

Le Grotte di Osimo